Monteverde, borgo senza barriere

Monteverde è un piccolo paese dell’Alta Irpinia, arroccato a 740 metri sul livello del mare su un roccioso tricolle al margine orientale della Campania, al confine con la Puglia e la Basilicata.
Il paese, di antica origine, nel corso della storia ha ricoperto un importante ruolo strategico nel territorio circostante e la sua posizione geografica “arroccata” ne ha consentito la conservazione di borgo tipicamente Medievale. Al castello si giunge percorrendo caratteristiche stradine lastricate, fra edifici ben conservati e di interessante fattura, testimoni della ricchezza della borghesia terriera ottocentesca, come i palazzi Pelosi e Spirito in via Bocchetti, abbelliti da artistici portali.

Il castello è stato completamente riqualificato nel 2006.  Dal 2013, inoltre, Monteverde è associato a “I BORGHI PIU’BELLI D’ITALIA” riscuotendo importanti riconoscimenti, anche grazie alla trasmissione RAI “Alle falde del Kilimangiaro” che lo ha classificato come secondo borgo più bello d’Italia nell’anno 2015.

Nel 2006  la comunità di Monteverde, molto attiva e attenta agli aspetti culturali e sociali, con il I° meeting delle diverse abilità  “UN PAESE ACCESSIBILE”  ha intrapreso un percorso a favore del “Turismo accessibile”. Successivamente sono stati avviati i lavori per rendere fruibile il paese a tutte le forme di handicap: dai non vedenti, alle persone in carrozzina ed ai non udenti. Per loro è stato attrezzato un villaggio per la accoglienza e la ricettività e sono stati dedicati 5 km di percorsi mirati, che oggi sono in fase di ultimazione.